Monday , 8 March 2021
enfrit
Chi non si aspettava le elezioni generali fino al 2003 resterà deluso, perché il Primo Ministro Jacques Sylla ha appena annunciato che le elezioni si terranno prima della fine dell'anno.

Amministrazione: le elezioni generali

Di Joël Ralaivaohita, 30/08/2002

Durante una visita alla città di Mahajanga (ovest), il Primo
Ministro Jacques Sylla ha deluso coloro che speravano nello slittamento delle programmate elezioni generali annunciando che si terranno prima della fine del 2002. Secondo le fonti vicine al governo l’amministrazione è pronta ad indire un forum per l’organizzazione delle elezioni e il budget è stato stanziato.

A proposito dlle elezioni, Tim, il partito del Presidente, ha dichiarato di essere intenzionato a vincere almeno il 50% dei seggi alla Camera dei Rappresentanti. Questo assicurerebbe loro l’assoluta maggioranza. L’obiettivo di potere deve essere raggiunto perché al momento, secondo fonti vicine al Presidente Ravalomanana, AREMA, il partito dell’ex-presidente detiene la maggioranza parlamentare sia alla Camera sia al Senato. E questo nonostante il fatto che alcuni membri di AREMA abbiano già scelto di stare dalla parte della nuova leadership.

In vista delle imminenti elezioni generali la rivalità si fa sentire, nonostante la volontà di gravitare nell’orbita del Presidente Marc Ravalomanana. Stabilito che “è stato il Presidente Ravalomanana che ha deciso di sciogliere il KMMR, il comitato di supporto durante la sua lotta per la presidenza”, il Rappresentante Jao Jean ha inviato un messaggio a tutti i partiti politici per dire che la competizione è aperta a tutti. Ha aggiunto, “abbiamo già condotto una campagna di successo” nel senso che hanno scacciato l’ex-dittatore Didier Ratsiraka. Jao Jean è del RPSD, uno dei partiti che hanno sostenuto il Presidente Ravalomanana durante la sua lotta per la presidenza. Per far sapere all’arena politica che al momento delle elezioni generali la regola sarà “ognuno per sé”, ha concluso, “Sosteniamo Marc Ravalomanana, non il TIM”.

La ragione addotta per postporre le elelzioni generali è, ricordiamo, sia l’avvicinarsi della stagione delle piogge che potrebbe rendere alciune strade impercorribili, rendendo difficile se non impossibe raggiungere alcune aree, sia il generale senso di insicurezza nelle regioni in cui le operazioni militari per restaurare la pace e l’ordine continuano ancora.