Friday , 16 April 2021
enfrit
La stampa della capitale parla poco del regime Ratsiraka se non per fustigarlo. E anche il giornale ufficiale l'ha gettato nel dimenticatoio.

Ratsiraka ha perso la battaglia della comunicazione?

Da quando la Radio Tsioka Vao (RTV) è stata ridotta in cenere e la Televisione Nazionale (Tvm) ha completamente cambiato posizione, il presidente uscente Didier Ratsiraka ha in generale difficoltà a farsi sentire sui media di Antananarivo. Tvm non parla più di lui. Il ministro della Cultura, dell’Informazione e della Comunicazione del governo Sylla, Eric Beantanana, si difende dall’accusa di censura: “se il Presidente uscente ha ordinato al suo ministro Fredo Betsimifira di chiudere le emittenti nazionali, può senza difficoltà avere accesso a quei canali”. Al momento il canale nazionale non è ancora diffuso in tutta l’isola, le reti regionali sono ancora sotto il controllo dei seguaci di Ratsiraka.

Le televisioni si ricevono solo nella capitale

A parte Tvm, il canale Tv Plus, appartenente ai suoi seguaci, ha sospeso le trasmissioni, in particolare durante i momenti caldi delle manifestazioni sulla piazza 13 maggio. Da più di due settimane ha ripreso le trasmissioni, ma senza telegiornali, senza reportage sul regime Ratsiraka. La stazione radio televisiva privata Rta (Radio Télévision Analamanga) diffonde le rare uscite di Didier Ratsiraka tentando di agire da ago della bilancia. Uno dei responsabili di questa stazione è stato un sostenitore del regime Ratsiraka. Tutte gli altri canali Tv non hanno mai diffuso sue immagini perchè appartengono o all’autoproclamato Presidente Ravalomanana o ai suoi sostenitori.

La stampa scritta è a favore di Ravalomanana

La maggioranza della stampa scritta non fa che criticare il Presidente uscente. E’ il caso di Midi Madagasikara e del Madagascar Tribune che, fin dall’inizio, hanno sostenuto Marc Ravalomanana. A proposito del giornale ufficiale, dopo l’ultima speciale pubblicazione del 4 marzo 2002, non riguarda più il regime Ratsiraka poichè, durante il suo consiglio dei Ministri del 7 marzo 2002, ha tolto, tramite decreto, alla stamperia nazionale l’incarico di pubblicare il giornale. Questa volta e per la prima volta, questi non ha riferito le decisioni prese dal consiglio del Ministri presieduto da Marc Ravalomanana. Cioè la nomina dei membri del governo Sylla e la dichiarazione del 22 febbraio riportante la proclamazione ufficiale degli scrutini del 16 dicembre 2001 per l’elezione del Presidente della Repubblica e che Marc Ravalomanana è stato dichiarato eletto Presidente della Repubblica dai Magistrati del Madagascar.

L’ultima carta?

L’ultima speranza di Didier Ratsiraka in fatto di comunicazioni sta nel suo progetto di realizzare un suo canale di Tv e Radio a Tamatave con il materiale che sarà trasportato da un aereo militare algerino tra qualche settimana. Questa stazione privata sarà captabile in tutta l’isola, in tutto l’oceano indiano e anche nell’Africa Orientale. La sua opera sarà allora internazionale.